I peggiori 5 errori che fanno i Nuovi Network marketer

Anche se emozionato di aver appena iscritto un nuovo membro nella sua downline, un networker veterano ha sempre una parte di se che trattiene il fiato, nella speranza che la sua nuova recluta partecipi ad una formazione prima di aprire la bocca per gridare ai quattro venti la propria opportunità e iniziare la sua attività con il piede sbagliato.

Ecco i primi 5 errori comuni che quasi tutti i network marketer hanno fatto:

1. Iniziare a chiamare amici e parenti, non appena iscritti.
Così come è eccitante iniziare un nuovo business, altrettanto importante è formarsi prima. Un agente immobiliare deve prendere una certa quantità di lezioni e superare un esame prima di vendere case. Il proprietario di un franchise di McDonald deve andare all’ “Università degli Hamburger” prima di avere il permesso di possedere un McDonald. Eppure, nel nostro settore, tanti nuovi membri ti tuffano nell’acqua profonda e si chiedono perché non riescono a nuotare.
Se chiedi a qualsiasi networker di successo quale è l’aspetto più importante della loro attività, la risposta sarà unanime: la formazione.

2. Uscire dopo alcune risposte negative. Harry Potter, il romanzo/serie best-seller che ha reso famosa JK Rowling, e le è valso il titolo di prima autrice miliardaria, ha oltre 48.000 recensioni da 1 stella. Tuttavia, questa non è la prima delle risposte negative JK Rowling ha ricevuto. Ha ricevuto 20 rifiuti da editori prima che Harry Potter sia stato finalmente pubblicato, Il Signore degli anelli ne ha ricevuti 20, Via col vento 38 e Gertrude Stein mandò poesie per oltre 22 anni prima che una fosse finalmente pubblicata.
Conosciamo tutti la famosa storia di Michael Jordan e di come sia stato respinto dalla sua squadra di basket Sophomore. E’ stato quel rifiuto che ha motivato la sua carriera cestistica. La differenza tra la mentalità da uomo d’affari dalla mentalità della “gente non-business” è il modo di gestire il rifiuto. Anche se nessuno gode nel ricevere un rifiuto, che ha la mentalità da uomo d’affari usa il rifiuto come combustibile per il fuoco anziché come acqua per spegnerlo.

3. Rispondere ad ogni domanda. E’ normale non sapere tutte le risposte. Eppure, per qualche ragione, una nuova persona è più riluttante a dire le parole “non lo so”. Non c’è una sola persona in qualsiasi settore che sa tutto quello che c’è da sapere in quel campo. Quando gli viene chiesta una domanda di cui non si conosce la risposta, un nuovo membro va in panico e da quella che lui crede sia la risposta. Spesso, scopre poi che ha male informato il cliente / contatto e deve tornare indietro per correggere il tiro.
La soluzione migliore sarebbe quella di dire: “Non lo so, ma lo posso sapere.” Poi ottenuta la risposta si danno le informazioni corrette. Il tuo cliente apprezzerà molto questo fatto nel lungo periodo, perché ora sa che: 1. sei onesto e 2. mantieni la parola data.

4. Farsi consigliare dalle persone sbagliate. Anche se questo è probabilmente un modo di dire un po’ duro: “Non farti consigliare da qualcuno più stupido di te.”
E ‘probabilmente l’errore più comune che fa un novizio. Firma con una società nota e la prima cosa che fa è chiedere consiglio ad un parente fallito. Trova qualcuno che ha quello che vuoi, fai quello che fa lui, e otterrai quello che ha ottenuto lui. Se vuoi imparare a guadagnare un milione di Euro, allora è probabile che il tuo amico Mario, che sta vivendo di stipendio in stipendio, non è la persona giusta a cui chiedere. Lo stesso vale per le attività.

5. Cercare su Google l’azienda per vedere se è legale. Questo va benissimo per chi sa decifrare la buone informazioni dai mucchi di spazzatura, ma la maggior parte delle persone non ne sono in grado. Internet è come un muro del bagno e chiunque può dire quello che vuole. Un cliente insoddisfatto o un distributore deluso può scrivere un blog sulla sua esperienza e improvvisamente questo diventa la realtà, solo perché è su Google.
Quel che è peggio, è che molti dei distributori concorrenti della società scrivono blog e articoli negativi per attirare l’attenzione. Poi, alla fine di questo articolo, danno la loro ragione ‘imparziale’ per cui la loro azienda è la scelta migliore. Si tratta di una tecnica di marketing abilmente mascherata. Che la maggior parte delle nuove persone non in grado di identificare.

Articolo originale di: TINA WILLIAMS il 27 apr 2015
http://www.businessforhome.org/2015/03/top-200-worldwide-earners-in-mlm-march-2015/
Traduzione e adattamento: Readazione NRG

Questa voce è stata pubblicata in Network Marketing e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento